BLOG

e20Rovereto, gli appuntamenti in città

22 Marzo 2019

Il Comune di Rovereto presenta e20Rovereto, il progetto di comunicazione digitale integrata e multicanale nato con l’obiettivo di migliorare la diffusione di eventi ed iniziative che il Comune e le Associazioni promuovono per far vivere e raccontare il proprio territorio.

Rovereto, 22 marzo 2019 – Per informare i cittadini rispetto a eventi ed iniziative su cultura e società, salute e benessere, territorio e ambiente, sport e tempo libero, l’amministrazione comunale ha dato vita ad e20Rovereto, il progetto di comunicazione digitale integrata multicanale sviluppato insieme ad airpim, l'azienda hi-tech specializzata in Identity Management che aiuta le organizzazioni a raccogliere, gestire e proteggere dati digitali e non digitali di persone e cose, e Miriam Aprile, che ha curato il logo e l’interfaccia grafica dei monitor.

La multicanalità
Grazie alla multicanalità il Comune abilita l’accesso a informazioni utili ad un pubblico eterogeneo e diffuso sul territorio attraverso diversi supporti visuali. Oltre ai sistemi di comunicazione tradizionale, il Comune ha scelto di utilizzare tre canali digitali diversi: 1) i maxischermi installati nei luoghi di maggior affluenza e ben visibili passeggiando in città. Gli schermi permettono di gestire in modo semplice palinsesti di programmazione anche articolati, veicolando notizie in tempo reale, modificabili in base al tipo di supporto, ai luoghi, ecc.., e mostrare gli eventi in programma quel giorno e nei giorni successivi (cosa, dove e quando). Gli otto schermi installati in città (a cui presto se ne aggiungeranno altri quattro) proiettano informazioni – nessuna pubblicità – e il cittadino, se lo desidera, può scansionare con il proprio dispositivo mobile (smartphone o tablet) il codice QR posto sullo schermo digitale vicino ad ogni evento e visualizzare automaticamente sullo smartphone informazioni più dettagliate; 2) il sito web dedicato www.e20rovereto.it, che raccoglie dettagli e approfondimenti sui diversi eventi; 3) l’app di portafoglio airpim “people”, che il cittadino può scaricare su smartphone o tablet e che gli permette di registrarsi, accreditarsi all’evento e ricevere messaggi mirati direttamente in app. Attraverso un pannello di controllo riservato al Comune, il sistema consente di: a) misurare le interazioni del pubblico con il codice QR degli eventi per singolo canale; b) comunicare direttamente “one2one” con il pubblico registrato; c) registrare le presenze dei partecipanti a particolari eventi organizzati.

Il Sindaco di Rovereto Francesco Valduga dichiara entusiasta: “L’attivazione del sistema di comunicazione e20Rovereto da parte dell’Amministrazione rappresenta una tappa importantissima nella direzione di una città più amichevole e a misura di cittadino; i grandi sforzi che le oltre trecento associazioni della città mettono in campo ogni anno per produrre eventi e appuntamenti di varia natura vengono ora valorizzati mettendo a disposizione dell’intera popolazione e degli ospiti turisti un sistema di condivisione di grande praticità. Desidero esprimere un ringraziamento a tutti coloro che, dentro e fuori la struttura comunale, hanno lavorato alla concretizzazione di questo progetto”.

“Con l’ideazione e la progettazione del sistema e20Rovereto, frutto della felice collaborazione tra il servizio Informatica del Comune di Rovereto e la società AIRPIM, si mette a disposizione della città un progetto di enorme utilità che ha visto impegnata questa Amministrazione per quasi due anni: dopo la realizzazione dell’Albo unico delle Associazioni, l’attivazione dello Sportello unico degli eventi e la definizione di Open Agenda, si attiva ora uno strumento integrato in grado di divulgare e promuovere in formato Open Data l’intera produzione di eventi delle associazioni roveretane; l’auspicio è che i cittadini possano rapidamente familiarizzare col nuovo sistema e20Rovereto cogliendone fino in fondo le enormi potenzialità” spiega Mario Bortot, Assessore all’Innovazione Tecnologica e alla Comunicazione del Comune di Rovereto, che ha seguito il progetto in prima persona.

"In questi ultimi anni ci siamo impegnati a realizzare sulla piattaforma del sito Internet comunale funzioni per facilitare la vita alle associazioni cittadine, che ora possono registrarsi autonomamente on-line all’albo comunale, inserire direttamente le proprie attività e pubblicizzare attraverso lo strumento appunto del portale istituzionale. Le scelte operate ed il lavoro fatto verso sistemi informatici “open” dimostrano ulteriormente la loro valenza in questo progetto che recupera tutto il lavoro fatto e l’impegno delle associazioni per valorizzarlo e pubblicizzandolo in multicanalità", aggiunge Fabio Ropelato, Dirigente del Servizio Informatica del Comune di Rovereto.

“Il software offre grandissime opportunità sia alle imprese che alla Pubblica amministrazione. Ci fa piacere che il Comune di Rovereto abbia scelto di puntare sulle nuove tecnologie per migliorare la comunicazione con il proprio pubblico” conclude Tiziano Tresanti, Founder e Amministratore di airpim.

Come funziona
airpim raccoglie i contenuti dalla piattaforma “Open Agenda” attraverso le API (Application Programming Interface) e li ripropone sui tre diversi canali (maxischermi digitali, sito web e app) grazie ad appositi algoritmi che rielaborano i dati affinché le notizie, che il Comune e le Associazioni diffondono, possano adattarsi ai formati dei tre diversi supporti. “Open Agenda” è il software di Open Content che il Comune utilizza per gestire una grande quantità di dati, fra cui i numerosi eventi di interesse pubblico. Su tale piattaforma i dati sono rilasciati in formato aperto o “open” proprio per sfruttare appieno le potenzialità di questa mole di informazioni, e quindi disponibili in maniera completa, aggiornata, facilmente accessibili, riutilizzabili e ridistribuibili. L’Ufficio per Rapporti con il Pubblico (URP), la Biblioteca comunale, il Mart, l’Azienda di promozione turistica (APT) sono solo alcuni degli interlocutori che, attraverso le credenziali, accedono alla piattaforma per inserire notizie di interesse pubblico. Per garantire una maggiore qualità e sicurezza dell’informazione, il Comune verifica i contenuti prima di pubblicarli.

top